Addio a Jonas Hainz

Alpinista esperto e membro del soccorso alpino di Brunico. Hainz e caduto a soli 25 anni, mentre stava affrontando la salita del Monte Magro

Jonas Hainz © Facebook

A soli 25 anni, dopo un “volo” di 300 metri sul Monte Magro, sabato 29 ottobre è morto Jonas Hainz, alpinista di notevole valore e membro del Soccorso alpino di Brunico, in Alto Adige.

La via che stava percorrendo Jonas era senz’altro impegnativa, ma certamente alla portata del giovane scalatore.  La salma è stata recuperata domenica mattina a 2.400 metri di altezza dall’elicottero Pelikan 2 con l’aiuto del verricello. «A dare l’allarme è stata la sua fidanzata – ha affermato il padre, il noto alpinista Cristoph Hainz, all’Alto Adige – a quel punto abbiamo chiesto aiuto a una guida alpina, ma non c’è stato nulla da fare. Io ero appena arrivato dalla Grecia, ero in viaggio quando hanno trovato il corpo sotto la parete».

Una carriera di alto livello

Jonas Hainz  aveva inanellato una carriera di tutto rispetto. A settembre 2022, era riuscito nella salita in free solo di “Moulin Rouge” (400 m, 7b) sulla parete ovest della Roda di Vael, in Catinaccio, una via mitica, aperta vent’anni prima dal padre Cristoph e di Oswald Celva.

«Il padre è stato uno dei più bravi arrampicatori degli ultimi 30 anni nelle Dolomiti e appare più volte nei miei libri come uno scalatore di classe. Mi dispiace, anche perché non sapevo che il figlio di Christoph fosse a un livello così alto, l’ho scoperto solo ieri e per questo ne approfitto per mandare un grosso abbraccio alla famiglia. È qualcosa di tragico perdere un ragazzo di soli 25 anni», ha commentato Reinhold Messner.