Cai Fvg, Silverio Giurgevich confermato presidente

Il triestino è stato rieletto per il secondo mandato durante l'Assemblea regionale dei Delegati ospitata sabato scorso a Cervignano

Silverio Giurgevich © Cai Fvg

Silverio Giurgevich è stato confermato presidente del Cai Friuli Venezia Giulia per il prossimo triennio. In carica dall’aprile 2017, il triestino iscritto alla XXX Ottobre è stato rieletto per il secondo mandato durante l’Assemblea regionale dei Delegati ospitata sabato scorso a Cervignano a cura della locale sezione che quest’anno celebra il ventennale della foundation.

Nel ringraziare per la fiducia accordatagli Giurgevich ha espresso soddisfazione per l’esito delle votazioni con cui si sono rinnovati in parte il comitato direttivo e due organismi tecnici (la Commissione Giulio Carnica sentieri rifugi e opere alpine e quella per la Speleologia) che hanno visto la riconferma di chi ha già ben operato nel primo mandato e l’inserimento di nuovi soggetti di comprovata capacità e che quindi potranno affrontare con nuovo slancio le prossime sfide. “Tra queste risultano quanto mai prioritarie le tematiche legate all’ambiente – ha rimarcato Giurgevich – e il Cai Fvg intende impegnarsi in questo senso intensificando l’interlocuzione con le istituzioni e promuovendo una cultura attenta e rispettosa dei territori montani pregiati ma altrettanto fragili”.

Nuovi componenti

L’Assemblea ha anche designato Francesco Carrer, già presidente regionale del Gr Veneto e attualmente coordinatore nazionale del progetto Cai Scuola, quale candidato alla Vicepresidenza generale del Club Alpino Italiano.
Di seguito i risultati di tutte le votazioni.

Per il Comitato direttivo regionale sono stati eletti tre nuovi componenti, Elvio Antoniacomi (sez. Forni di Sopra), Elio Candussi (sez. Gorizia) e Marinella D’Ottavio (sez. Pontebba), che vanno a completare la rosa del Cdr composta da Pietro Boga (sez. Cividale), Luigi Gerometta (sez. Pontebba), Franco Jereb (sez. Pordenone), Tullio Moimas (sez. Monfalcone), Alessandro Plozner (sez. Ravascletto), Aldo Scalettaris (sez. SAF Udine). Per la Commissione Giulio Carnica sentieri rifugi e opere alpine sono stati eletti: Claudio Bastiancig (sez. Cividale), Mario Casagrande (sez. Pontebba), Augusto Cimenti (sez. Forni Avoltri), Livio De Marchi (sez. Società Alpina Friulana), Fulvio Lachi (sez. XXX Ottobre), Lino Mazzolini (sez. Tolmezzo), Umberto Pellarini Cosoli (sez. XXX Ottobre), Giorgio Sandri (sez. Società Alpina delle Giulie), Piergiorgio Tami (sez. Manzano).

Per la Commissione per la Speleologia sono stati eletti: Roberto Faggian (sez. Pordenone), Andrea Fersuoch (sez. Pordenone), Cristina Michieli (sez. Società Alpina delle Giulie), Spartaco Savio (sez. Società Alpina delle Giulie), Rosemarie Siegl (sez. XXX Ottobre). Rinnovato anche il Collegio dei Revisori dei Conti che risulta composto da: Giorgio Fornasier (sez. Pordenone), Oliviero Furlan (sez. Gorizia) Carlo Martini (sez. Claut).