Feminas 2021, un’uscita di torrentismo in Sardegna

“Fiduciose nella riapertura abbiamo ri-organizzato l’evento per Sabato 20 Marzo 2021”, ci spiegano le organizzatrici

Feminas, l’iniziativa della commissione Forre del Cai Cagliari e della AIC (Associazione italiana Canyoning)

L’idea nasce nel 2020, nel migliore dei modi: sedute attorno al tavolo, chiacchierando, un gruppo  di appassionate di torrentismo della Sardegna. Il progetto è quello di un’uscita tutta “rosa” da  organizzarsi l’otto marzo. Tutti sappiamo cosa accadde in quei giorni e del perché, le nostre appassionate di torrentismo dovettero rimettere a posto le mute, aspettando tempi migliori.

Simbolo del torrentismo in terra sarda

Per la  Sardegna i tempi “migliori” sono arrivati e senza attendere oltre, si è rilanciato il progetto. «Fiduciose nella riapertura abbiamo ri-organizzato l’evento per Sabato 20 Marzo 2021, progettando  un’uscita alla Grotta L. Donini (Urzulei, NU)», ci spiegano le organizzatrici.

Un percorso classico e conosciuto a livello europeo che è un simbolo del torrentismo in terra sarda. Cosi come il simbolo  scelto per l’evento l’immagine una statua della Dea Madre addirittura di origine pre-nuragica. Una dea genitrice e nutrice, la sola a detenere il segreto della vita e l’unica con il potere di trasmetterla,  a sua discrezione, agli altri esseri umani, agli animali, alla terra, alle piante. La divinità che  assicura la vita oltre la morte, in una rielaborazione ciclica della rinascita. Partendo dal passato, dove le prime tracce del culto della Dea della fertilità e dell’abbondanza risalgono addirittura al  40.000 a.c., lasciando intendere l’importanza del ruolo della donna all’interno della cultura dell’isola, sino ad arrivare ai giorni nostri a rappresentare la femminilità nel mondo del torrentismo isolano con una statuetta dotata di imbragatura.

La locandina dell’evento © Feminas

«Si tratta di una prima esperienza che in futuro  vorremmo far diventare “genitrice di molte altre avventure” perché no, estendibili oltre i confini  naturali della Regione Sardegna», scrive Franco “Ike” Aichino, membro della Commissione centrale speleologia e torrentismo del Club alpino italiano.

Ulteriori informazioni per chi volesse partecipare all’evento, (è necessaria una adeguata preparazione e piana autonomia nella progressione) sono disponibili sul sito della Commissione Forre CAI Cagliari