Hervé Barmasse è il nuovo testimonial di Amref

La nuova collaborazione vedrà Barmasse coinvolto in progetti solidali e di sensibilizzazione

Un’immagine dell’alpinista valdostano © Hervé Barmasse

L’alpinista valdostano Hervé Barmasse è il nuovo testimonial dell’Organizzazione non governativa Amref Health Africa, fondata nel 1957 a Nairobi. Amref si occupa del miglioramento delle condizioni di salute della popolazione che vive nel continente africano. Si tratta dell’ong più grande, attiva nell’Africa sub-sahariana. Il suo obiettivo  è quello di garantire l’accesso alla salute e alle cure mediche ai bambini, alle donne e agli uomini che vivono nelle aree più remote e fragili dell’Africa. 

Il tema dell’acqua e della salute

La nuova collaborazione vedrà Barmasse coinvolto in progetti solidali e di sensibilizzazione, il primo dei quali si focalizzerà sui temi dell’acqua e della salute. «La mia esperienza di alpinista ed esploratore a stretto contatto con la natura mi ha mostrato come la nostra salute sia legata alla salute del nostro pianeta», afferma Barmasse. «Un’emergenza, quella climatica, che ci vede tutti sullo stesso piano ma che penalizza molto di più alcuni popoli, alcune aree del mondo, ad esempio l’Africa. Per questo ho deciso di aiutare Amref e appoggiare la sua missione. Inoltre devo dire grazie anche a Giovanni Soldini che mi ha introdotto in questa nuova avventura».

Il primo passo di Giovanni Soldini

Infatti. l’adesione di Barmasse segue quella dell’amico velista Giovanni Soldini che l’ha coinvolto nel progetto, e con cui condivide l’attenzione per l’ambiente e sull’impatto dell’inquinamento e dei cambiamenti climatici sugli oceani e sulle montagne.  

«L’arrivo di Hervé nella bellissima squadra di amici che, attraverso la loro notorietà, arte, lavoro, ci sono accanto per la salute dell’Africa, è un’ulteriore conferma alla solidità di un approccio a noi caro. Con lui si rafforza ancora di più quel legame tra salute ed ambiente che è fondamentale nel benessere delle piccole e grandi comunità africane in cui Amref opera. Basti pensare all’acqua e a quanto, la sua mancata salubrità generi malattie e morti facilmente prevenibili», dichiara Guglielmo Micucci, Direttore di Amref Health Africa-Italia. Aggiunge, «persone come Hervé e Giovanni, abituate ad imprese così estreme, difficili, possono – ora che viviamo una sfida mondiale così dura, a causa della pandemia – rappresentare degli esempi. Riusciremo a superare il Covid, che oggi ci appare come quella montagna o quell’oceano che ci sembrano insuperabili».