Sul Col Margherita, la qualità dell’aria è pari a quella delle isole Svalbard

Sul Col Margherita e a Ny Alesund si trovano due stazioni meteorologiche del Cnr, che hanno confrontato i dati rilevati a migliaia di chilomeri di distanza

La stazione di rilevamento del Cnr sul Col Margherita © Cnr, istituto di scienze polari

Il Col Margherita è uno sperone di roccia che sovrasta il passo San Pellegrino nelle Dolomiti del Trentino. Qui a 2520 metri di altezza, i ricercatori hanno rilevato valori di ozono nell’aria, di poco inferiori a quelli di Ny Alesund, nelle isole Svalbard. Si tratta del paese abitato più a nord del mondo. Insomma, la qualità dell’aria è simile a quella del Circolo polare artico. Sul Col Margherita e a Ny Alesund si trovano due stazioni meteorologiche del Cnr, che hanno confrontato i dati rilevati a migliaia di chilomeri di distanza.

Nelle terre abitate più a nord del mondo, sono stati riscontrati valori di ozono, pari a 100 µg/m3, mentre sulle Dolomiti il valore massimo su 8 ore è di 99.8 µg/m3. Molto bassi anche i valori di PM10. Sul col Margherita, quelli estivi sono di 6 µg/m3 mentre quelli a NyAlesund sono pari a 1-15 µg/m3. Si tratta di dati rapportabili a quelli del circolo polare artico, notano i ricercatori del cnr.

La purezza dell’aria sul Col Margherita è un aspetto da valorizzare e tutelare, scrive Il Corriere delle Alpi, che riporta la notizia. Non a caso, è previsto il progetto di realizzazione di un museo tematico, realizzato da Ski area San Pellegrino e Muse, dedicato all’ambiente delle Dolomiti.