ArchAlp, nuove frontiere per l’architettura nelle Alpi orientali e centrali

Giovedì 15 aprile 2021, un incontro che diventa l’occasione per approfondire il tema della cultura archiettonica delle alpi orientali e centrali

Ampliamento centrale teleriscaldamento a Cavalese © Foto di Jacopo Salvi

L’Osservatorio sul sistema montagna “Laurent Ferretti” della Fondazione Courmayeur Mont Blanc e l’Istituto di Architettura Montana – IAM del Politecnico di Torino organizzano, giovedì 15 aprile 2021 alle ore 16,30, l’Incontro online Nuove frontiere per il progetto nelle Alpi centrali e orientali.

L’occasione per approfondire

In quei territori, la cultura architettonica ha giocato un ruolo fondamentale nello sviluppo locale e regionale. Una cultura portatrice di istanze di sostenibilità e di un nuovo rapporto con l’ambiente, tassello di filiere produttive locali, luogo di sperimentazione tecnica e linguistica. L’Incontro è l’occasione per approfondire questi temi partendo dalla presentazione del numero 5 di ArchAlp, rivista internazionale di architettura e paesaggio alpino dell’Istituto di Architettura Montana. Il numero, nel presentare una rassegna di architetture e di progettisti che hanno lavorato in questi luoghi, illustra altrettante idee di architettura, modi di esplorare i luoghi, di studiare le condizioni del passato, di interpretare il cambiamento e le ragioni della contemporaneità.

La copertina della rivista © Archalp

Tra gli interventi in programma: “Il tema del numero 5, architettura contemporanea nelle alpi orientali e centrali”, con Roberto Dini del Comitato Editoriale ArchAlp – Politecnico di Torino. Si prosegue poi con “Ascoltare il territorio”, con l’architetto dello studio SCSdA/Zeroseistudio Simone Cola. Senza dimenticare l’intervento “Ragioni del passato e condizioni del presente” con Roberto de Paoli, , architetto presso NEXUS! Associati a Madonna di Campiglio (Trento).

Qui, il programma completo. Qui il link per iscriversi.