Camminate speleologiche con il Cai Marostica

Si parte domenica 10 ottobre con una giornata sul Monte Grappa aperta a tutti, neofiti ed esperti, adulti e ragazzi, soci e non del Club alpino italiano

Veduta del Monte Grappa © Nordavind/Vittorio Poli

Il gruppo speleologico “I barbastrji” del Cai Marostica (in provincia di Vicenza) organizza le “camminate speleologiche” per conoscere meglio il territorio coniugando speleologia ed escursionismo. Si parte domenica 10 ottobre con una giornata sul Monte Grappa aperta a tutti, neofiti ed esperti, adulti e ragazzi, soci e non del Club alpino italiano.

Un’escursione didattica per riconoscere e comprendere il significato degli elementi geomorfologici del territorio sia esterno sia ipogeo, facendo tappa lungo il percorso a due cavità naturali orizzontali. Protagonista della prima camminata è il Monte Grappa. Si parte a piedi dalla zona abitata più elevata di Solagna (Val dei Ponti) salendo il sentiero Cai 944 che porta alla Chiesetta di San Giorgio. Di seguito è prevista la visita alla grotta: un luogo che colpisce per le sue sale ricche di concrezioni fra le quali la più sorprendente a forma di medusa.

Il volantino dell’iniziativa © Cai Marostica

L’escursione continua imboccando il sentiero delle Nogarole con il quale si attraversa la Valle di San Giorgio per raggiungere la Val Putifaia costantemente accerchiati dai bei panorami che spaziano dalla Val Brenta alle aspre pareti del Massiccio del Grappa. In Val Putifaia invece, gli escursionisti visiteranno un’antica galleria naturale. Il percorso delle Nogarole, riscoperto solo da una decina d’anni, permette di entrare in contatto con le forme maestose e misteriose di una montagna forse poco nota a due passi da casa.

Il referente INS dell’escursione è Maurizio Mottin, tutti i dettagli li trovate qui