Due nuovi percorsi nella città di Catanzaro

Dotati della segnaletica bianco e rossa del Cai, consentono di scoprire a passo lento il Parco della Biodiversità Mediterranea e i vicoli del centro storico. La loro realizzazione è stata curata dalla Sezione Cai locale

parco bio 2

Segnaletica Cai nel Parco della Biodi versità mediterranea © Cai Catanzaro

Il Cai Catanzaro ha inaugurato i giorni scorsi due percorsi per scoprire le bellezze della città e dei suoi immediati dintorni a passo lento.

Alla scoperta del Parco della Biodiversità Mediterranea

Il primo, realizzato con il patrocinio dell’Amministrazione comunale, si trova all’interno del Parco della Biodiversità Mediterranea, è lungo più di 6,5 km ed è stato attrezzato con la segnaletica e le tabelle Cai da ragazzi sotto i 25 anni della città e della provincia. La Sezione ha infatti aderito al bando per progetti di inclusione giovanile della Sede centrale del Sodalizio, con un’iniziativa riguardante l’ambiente e l’educazione alla sua frequentazione consapevole, inclusiva e il più possibile sicura.

«Gli obiettivi raggiunti sono stati molto importanti: la realizzazione del citato itinerario didattico all’interno del parco, finalizzato all’educazione alla montagna in sicurezza, ma anche la manutenzione del percorso n. 306 e la realizzazione del sentiero “Bosco delle sughere”», scrive la socia Teresa Bianco. «Le attività sono terminate con l’escursione inaugurale nel parco, guidata dai giovani protagonisti insieme al responsabile del progetto Marco Garcea, Accompagnatore di escursionismo Cai».

Per maggiori informazioni è disponibile un approfondimento sul progetto nel sito sezionale.

vicoli 3

Lungo il “Percorso dei vicoli”

Il “Percorso dei vicoli”

Il secondo itinerario, denominato “Percorso dei vicoli”, è un viaggio a piedi ad anello di circa 4,5 km tra i vicoli del centro storico di Catanzaro.

«È segnalato con oltre sessanta tabelle direzionali e cinque paline descrittive con il logo Cai per turisti e semplici camminatori alla scoperta della storia della città capoluogo della Regione Calabria», continua Teresa Bianco. «Attraversa i vicoli di Case Arse, Cocole, Pianicello, Stella, Filanda, Carbone, Santa Barbara, lo Spiazzo del Sole, Carmine, Grecia, Giudecca, San Giovanni e, inoltre, consente di fermarsi sulla terrazza di Bellavista, magari all’alba o al tramonto, per ammirare uno dei panorami più belli della Calabria, sull’istmo di Catanzaro, il punto più stretto d’Italia».

Il “Percorso dei vicoli” è il risultato della collaborazione tra l’Associazione Odv Cara Catanzaro e la Sezione Cai, è patrocinato gratuitamente dall’Amministrazione comunale e ha ottenuto il parere favorevole della Soprintendenza Regionale Archeologia Belle Arti e Paesaggio.

«Anche per questo itinerario, progettato e rilevato dalla nostra Sezione grazie all’impegno dell’Accompagnatore di escursionismo Marco Garcea, è stato stampato un pieghevole, scaricabile dal nostro sito. L’inaugurazione del percorso, a cui hanno partecipato circa 150 camminatori, è stata preceduta da una conferenza stampa presso il palazzo De Nobili del Comune di Catanzaro», conclude Teresa Bianco.