Il Parco del Gran Paradiso “migliore destinazione” verde in Italia

L'Area protetta ha ricevuto il Green Travel Award del Gruppo Italiano Stampa Turistica, nella categoria “Best Green Destination Italia

Stambecchi gran paradiso

Stambecchi nel Parco Nazionale Gran Paradiso © Parco Nazionale Gran Paradiso

«Premiamo il Parco Nazionale Gran Paradiso, prima area protetta d’Italia, che nel 2022 compie un secolo, perché ha contribuito a preservare l’ambiente e a valorizzare le tradizioni, le tipicità e l’economia del territorio. L’area protetta ha incentivato una migliore gestione da parte dei Comuni nel territorio del Parco e ha contribuito alla crescita della qualità della vita delle comunità locali».

Inizia così la motivazione con la quale il Gruppo Italiano Stampa Turistica ha premiato il Parco Nazionale Gran Paradiso con la decima edizione del Green Travel Award, nella categoria “Best Green Destination Italia”.

Giro Parco e marchio di qualità

La giuria ha sottolineato il valore dell’itinerario Giro Parco, che collega tutti i versanti dell’area protetta con le loro diversità paesaggistiche, e il Marchio di qualità del Parco assegnato agli operatori del settore turistico-alberghiero, dell’artigianato e dell’agroalimentare impegnati in un percorso di qualità e sostenibilità. Un percorso che «garantisce ai consumatori la provenienza dal territorio del Parco, la qualità delle lavorazioni, un’accoglienza all’insegna del rispetto per l’ambiente oltre che della cortesia e delle tradizioni locali».

Premiate gestione, conservazione e divulgazione

Il premio è stato ritirato dal presidente Italo Cerise, che ha affermato:

«Sono felice di ricevere questo riconoscimento a nome di tutto l’ente Parco perché questo è un momento speciale per noi che siamo in procinto di dare il via alle celebrazioni del primo centenario dell’area protetta. Ancora di più sono orgoglioso delle motivazioni che hanno spinto la giuria a conferirci il premio dando il giusto risalto agli sforzi fatti in termini di gestione, conservazione e divulgazione. Guardiamo al futuro con speranza assicurando il massimo impegno da parte nostra nel volere preservare il nostro territorio e tutte le straordinarie peculiarità che lo caratterizzano, oltre a concorrere al suo sviluppo».