Il Sentiero dei Ducati entra nel circuito regionale dei cammini dell’Emilia-Romagna

Il percorso è stato rilanciato, curato e coordinato dal Cai Reggio Emilia, con la collaborazione delle Sezioni Cai di Fivizzano e Sarzana

Il Sentiero dei Ducati da Canossa al Castello di Rossena © Cai Reggio Emilia

Il Sentiero dei Ducati entra a far parte del Circuito regionale dei Cammini dell’Emilia-Romagna. I cammini salgono così a quota 20. Un percorso di quasi 160 km che in 11 tappe dal borgo di Quattro Castella (Re) attraversa la Toscana e raggiunge Sarzana e Luni (SP) in Liguria, toccando castelli, borghi medievali, foreste di faggi, castagni secolari e massicci montuosi. Il sentiero è percorribile anche in bici lungo i due itinerari per mountain bike e gravel, che in 6 tappe intrecciano alcuni dei punti più significativi del cammino a piedi.

Rlanciato dal Cai Reggio-Emilia

Il Sentiero dei Ducati è stato rilanciato, curato e coordinato dal Cai Reggio Emilia, con la collaborazione delle Sezioni Cai di Fivizzano e Sarzana e grazie al rapporto con i comuni attraversati (per la manutenzione del sentiero), con l’Ente Parchi Emilia Centrale, con il Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano e con il Comitato Territoriale Iren di Reggio Emilia, che hanno sostenuto il progetto.

11 tappe a piedi

Il Sentiero dei Ducati (SD), che da Quattro Castella (RE) raggiunge Sarzana, e Luni (SP) in Lunigiana, in Liguria, percorre in 11 tappe a piedi i bellissimi territori divisi un tempo tra i Ducati di Modena e Reggio Emilia, da una parte, e Parma e Piacenza dall’altra, in Emilia e tra i territori contesi nei secoli tra i Malaspina, Firenze, Genova, in Toscana e Liguria. Il percorso attraversa la Riserva Mab Unesco dell’Appennino Tosco-Emiliano – che recentemente ha visto l’ingresso di nuove terre, toccando tre Regioni (Emilia-Romagna, Toscana e Liguria) e 4 Province (Reggio Emilia, Parma, Massa Carrara e La Spezia) – ed è uno dei 70 progetti compresi nell’Action Plan della Riserva.