Sentiero Italia CAI, l’ultima parte delle riprese del documentario ufficiale

Sono cominciate le riprese del versante meridionale del sentiero che attraversa lo stivale. Dal parco del Cilento in Campania al parco del Pollino tra Calabria e Basilicata, per poi esplorare il tratto del sentiero che si snoda in Sicilia. Le riprese si chiudono in Sardegna

Le riprese sono iniziate in Campania © Lo Scarpone

Sono cominciate le riprese dell’ultima parte del documentario ufficiale sul sentiero Italia CAI, diretto dal regista Luca Bergamaschi. Le prime due parti del viaggio hanno avuto come personaggi principali il giovane Eugenio Chemello e lo storico e guida escursionistica Vito Paticchia. Dopo la fascia alpina e quella appenninica del centro Italia, è il momento del versante meridionale del sentiero che attraversa lo stivale.

Dal parco del Cilento in Campania al parco del Pollino tra Calabria e Basilicata, per poi esplorare il tratto del sentiero che si snoda in Sicilia. Le riprese si chiudono in Sardegna. Hélène Blondel, parigina di 41 anni è la protagonista del tratto che va dalla Campania alla Sardegna. I primi due giorni di cammino vedono quest’ultima regione come protagonista. Dai Monti Lattari al Parco Nazionale del Cilento. Hélène ha attraversato e conosciuto luoghi in cui si pratica la pastorizia e si raccolgono prodotti particolari e pregiati come lo Zafferano. Dopo la Campania, il percorso procede nel parco del Pollino, in Basilicata.

 

Alcune foto delle riprese

La protagonista Hélène Blondel © Lo Scarpone

 

Il regista Luca Bergamaschi © Lo Scarpone

 

Con Marianna, produttrice di Zafferano a Piaggine © Lo Scarpone

 

Con le capre del pastore Antonio © Lo Scarpone