Speleo Kamaraton, gli speleologi si incontrano a Marina di Camerota

L’incontro di speleologia Speleo Kamaraton si terrà dal 29 ottobre al 1° novembre 2021.

Grotta marina a Camerota © Associazione Tetide

L’incontro di speleologia Speleo Kamaraton, organizzato dall’Associazione Tetide, si terrà a Marina di Camerota (SA) dal 29 ottobre al 1° novembre 2021. “Kamaraton” è nell’etimologia di Camerota, verosimilmente per le costruzioni ad arco o a volta caratteristiche dell’architettura del territorio. Kamaraton, nella leggenda era una stupenda fanciulla sulla nave di Enea di cui si innamorò perdutamente Palinuro.

Verso lo sviluppo della speleologia sostenibile

Chiarito il significato, solo apparentemente oscuro, del nome dell’incontro andiamo a vederne le idee di fondo di questo evento particolarmente interessante. L’incontro è rivolto alle speleologie del Mediterraneo e si pone come luogo dove speleologia, archeologia, paleontologia e speleosubacquea trovano il punto di contatto ed interscambio. Un punto di partenza per lo sviluppo di una speleologia sostenibile dove la protezione delle grotte assuma un aspetto centrale.

Il territorio di Camerota ricade nel Cilento, che è una “riserva della biosfera” del Mab (Man and Biosphere) dell’Unesco. Nel 1998, il Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni di cui Marina di Camerota fa parte è stato inserito nella lista dei patrimoni mondiali dell’Umanità. L’incontro si svolgerà, dunque, in un luogo con caratteristiche uniche e che rappresenta un naturale crocevia di incontri e approdi. Tra i focus dell’incontro non potranno mancare le grotte in mare, talvolta meta di visite subacquee che non considerano a fondo i rischi connessi all’immersione in ambienti confinati. Divulgare le modalità di una corretta frequentazione sarà uno dei doverosi compiti di Speleo Kamaraton, meeting incentrato sullo scambio di esperienze speleologiche di esplorazione, studio e salvaguardia ambientale.