Un poema d’amore per il cielo notturno

"Cielo: un’opera che si propone come un sogno cinematografico ad occhi aperti. Protagonista è il cielo notturno visto dal deserto di Atacama in Cile.

Un’immagine del documentario © Trento film Festival

Uscita nel 2017, “Cielo” è una delle opere cinematografiche protagoniste di Natale in Quota, l’iniziativa fa parte infatti delle quindici pellicole su alpinismo e montagna, noleggiabili per la visione in streaming fino al 15 gennaio con Cai e Trento Film Festival. Il film è noleggiabile qui.

Un sogno cinematografico

“Cielo” è un documentario della regista canadese Alison McAlpine. Un’opera che si propone come un sogno cinematografico ad occhi aperti. Protagonista è il cielo notturno visto dal deserto di Atacama in Cile.
il lavoro della regista Alison McAlpine spazia tra scienza e spiritualità, lande aride, dune del deserto e galassie lussureggianti, espandendo i confini dei nostri immaginari terrestri.

Storie dei cacciatori

I “cacciatori di pianeti” degli osservatori astronomici di Atacama, e gli abitanti che coltivano la terra del deserto, condividono le loro suggestive visioni di stelle e pianeti, le loro storie mitiche e interrogativi esistenziali con straordinaria sincerità e contagioso senso della meraviglia. Un poema d’amore per il cielo notturno, Cielo ci trasporta in uno spazio, calmo e silenzioso, dal quale meditare sull’infinito e l’ignoto.