Alla scoperta dell’Etna e delle sue grotte

Venerdì 30 aprile alle 21 terza serata della rassegna online “Le aree carsiche si presentano”, organizzata dal Cai nell'ambito dell'Anno internazionale delle grotte e del carsismo

Etna dall'Aspromonte

L’Etna visto dall’Aspromonte © Cai Reggio Calabria

La scoperta di una speleologia tutta particolare, fatta di cunicoli creati nella lava dalle eruzioni di uno dei vulcani più conosciuti e ammirati al mondo, l’Etna.
Sarà questo il tema dell’evento “L’Etna e le sue grotte”, il terzo della rassegna online “Le aree carsiche si presentano”, organizzata dal Club alpino italiano (attraverso la Commissione centrale speleologia e torrentismo e la Scuola nazionale di speleologia) nell’ambito dell’Anno internazionale delle grotte e del carsismo.

Etna Aree Carsiche Si PresentanoUna nuova occasione per dare visibilità al mondo buio

In programma venerdì 30 aprile alle 21, la serata vedrà il contributo e la voce narrante del presidente della Commissione centrale speleologia Giuseppe Priolo (Istruttore nazionale di speleologia). Con la descrizione di un nuovo angolo del nostro paese tutto da scoprire, prosegue così una rassegna che intende dare visibilità al mondo buio che, grazie alla tecnologia e all’impegno dei soci del Club Alpino Italiano si sta aprendo a tutti.

“L’Etna e le sue grotte” sarà trasmesso in diretta sul gruppo Facebook della Scuola nazionale di speleologia e sul canale Youtube della Commissione centrale.