Il Cai Chivasso alle soglie del secolo di vita

Domenica 17 ottobre il via alle celebrazioni, che dureranno fino a fine 2022. Inoltre domani primo appuntamento della rassegna “Immaginando”, con protagonista la climber non vedente Alessia Refolo

Cai chivasso andrate1922

L’escursione ad Andrate del 1922 © Cai Chivasso

Il Cai Chivasso è alle soglie del secolo di vita. La Sezione infatti nacque ufficialmente il primo gennaio 1922 con l’escursione alla pietra di Andrate, ma l’assemblea che ne pose le basi si tenne a Chivasso il 17 ottobre 1921. Furono 55 i Soci fondatori che sottoscrissero il primo verbale e diedero il via alle attività.

Oltre un anno di eventi celebrativi

Per celebrare il centenario, sono diverse le iniziative in cantiere, presentate dal Presidente della Sezione Giovanni Piretto venerdì scorso nella sede sezionale, alla presenza del Sindaco Claudio Castello e della Vicesindaca Tiziana Siragusa. Iniziative che si terranno nell’arco di oltre un anno, da questa settimana a dicembre 2022.
Domenica 17 ottobre si terrà l’Ottobrata, con la premiazione dei soci più fedeli (25, 50, 60, 70 e 80 anni di iscrizione).

locandina immaginando 2021

Il programma di “Immaginando” 2021

Alessia Refolo inaugura la nuova edizione di “Immaginando”

Inoltre giovedì 14 ottobre prenderà avvio la XXIX edizione di Immaginando, la rassegna culturale del Cai Chivasso curata da Gianni Aimino, Elena Piretto ed Elisa Vanin. La prima serata vedrà protagonista Alessia Refolo, atleta paralimpica di arrampicata sportiva e di altre discipline.

«Alessia è una ragazza non vedente che ha raggiunto con grande impegno molti degli obiettivi che si è prefissata», scrive il Cai Chivasso in una nota. «Oltre all’arrampicata adora l’equitazione, la danza, l’acrobatica aerea, l’atletica e lo sci. La passione per l’arrampicata l’ha condotta alla conquista del titolo di Campionessa Mondiale Paralimpica di arrampicata sportiva, nel 2014 in Spagna, dove ha avuto l’onore di salire il gradino più alto del podio».

Le altre serate della rassegna

Il programma della rassegna prevede altri quattro appuntamenti: “Sulle tracce di fra Dolcino” venerdì 22 ottobre; “Cambiare il clima” venerdì 12 novembre; “Patagonia: tra terra e cielo” il 26 novembre; “Tutta questione di prospettiva” venerdì 3 dicembre.
Per prenotazione ed informazioni dettagliate si può consultare il sito: www.caichivasso.it