Cai Crema, si parla di crisi climatica

Le conseguenze dell'aumento delle temperature sull'avifauna alpina sarà il tema della prima delle quattro serate organizzate dalla Sezione, in programma il 16 marzo

Crema_FringuelloAlpino

Fringuello alpino © Cai Crema

Un ciclo di incontri pubblici sulla crisi climatica e le sue conseguenze nel contesto montano, con un’attenzione particolare per l’avifauna, i lepidotteri, la vegetazione e i ghiacciai.
Questo quanto organizza la Sezione Cai di Crema insieme alla propria Commissione tutela ambiente montano.
Gli appuntamenti sono quattro, e si terranno tra marzo e aprile.

SERATA AVIFAUNA

La locandina del primo appuntamento

Prima serata sull’avifauna alpina

Il primo, in programma mercoledì 16 marzo alle 21 nella Sala Alessandrini in via Matilde di Canossa a Crema, affronterà le conseguenze della crisi climatica sull’avifauna alpina. Il relatore, Mattia Brambilla (ricercatore in ecologia della Statale di Milano), si concentrerà sui cambiamenti nella distribuzione, nella demografia, nell’utilizzo degli habitat e nelle interazioni delle diverse specie.
La serata si focalizzerà in particolare sul fringuello alpino.

SERATE CRISI CLIMATICA

La locandina del ciclo sezionale sulla crisi climatica

Altri tre appuntamenti tra marzo e aprile

Gli altri appuntamenti, programmati sempre alle 21 in Sala Alessandrini il 23, 30 marzo e 6 aprile, vedranno come ospiti Carlo Cabella (entomologo), Giorgio Vacchiano (ricercatore in gestione e pianificazione forestale) e il Servizio glaciologico lombardo.