“La montagna scritta” celebra il patrimonio documentario della biblioteca nazionale del Cai

Un’opera illustrata, frutto del lavoro collettivo dei curatori e di 27 autori esperti in diverse discipline. Curati da Alessandra Ravelli e Gianluigi Montresor, i due volumi saranno disponibili a partire dal mese di dicembre nello store online del Cai e nelle librerie specializzate di montagna

Il cofanetto, con i due volumi dell’opera © Cai

“La montagna scritta” prende forma dai volumi e dagli scritti che hanno diffuso nel tempo la cultura delle Terre alte. “La montagna scritta” è il nome di un’opera in due volumi che portano i lettori in un viaggio alla scoperta della Biblioteca Nazionale del Cai. I volumi sono curati da Alessandra Ravelli, responsabile dell’Area documentazione e da Gianluigi Montresor, Presidente delegato della Biblioteca nazionale del Cai e saranno disponibili a partire dal mese di dicembre nello store online del Sodalizio e nelle librerie specializzate di montagna.

27 autori

Si tratta di un’opera illustrata, frutto del lavoro collettivo dei curatori e di 27 autori esperti in diverse discipline. Un’ampia rassegna del patrimonio documentario che la biblioteca ha acquisito in 160 anni di vita. Si alternano saggi storici, scientifici e narrazioni che prendono spunto da libri, carteggi e documenti di varia tipologia, custoditi nell’archivio della biblioteca con un ricco apparato iconografico e un’appendice di cento schede bibliografiche con sinossi delle opere più importanti. Il tutto arricchito da una prefazione curata dal Presidente generale del Cai Vincenzo Torti.

Abbiamo pensato di aprire le porte – o meglio, le pagine – di quel ricchissimo “granaio” del sapere legato alla montagna che è rappresentato dai libri, dai documenti, dalle immagini e da ogni forma di testimonianza che è presente nella Biblioteca Nazionale del Cai. E abbiamo scelto di farlo con questa speciale pubblicazione realizzata con gli scritti di autori di provata competenza e sensibilità̀. È un invito al “saccheggio” di questi tesori – per dirla con Virginia Woolf – a farli vostri, a trasformarli in un arricchimento che non sia solo culturale, ma anche di ricerca di sé”, ha scritto Torti.

Dalla glaciologia alla cartografia 

Gli autori vanno dal glaciologo Claudio Smiraglia all’antropologo Annibale Salsa, passando per lo stesso Gianluigi Montresor e per il giornalista e storico dell’alpinismo Roberto Mantovani, lo storico Pietro Crivellaro, la giornalista Linda Cottino, lo storico Alex Cittadella, il Presidente del Comitato scientifico centrale Giuliano Cervi, lo scrittore Enrico Camanni, il giornalista Leonardo Bizzaro, i collezionisti di carte geografiche Giorgio e Laura Aliprandi, il presidente del Comitato operativo editoriale Alessandro Pastore e tanti altri. Le tematiche spaziano dalla glaciologia alla geologia, passando per l’archivistica, la cultura della montagna, la letteratura, l’alpinismo, la scienza e la cartografia.

La presentazione a Torino

L’opera sarà presentata in anteprima il prossimo 1 dicembre alle ore 21 a Palazzo Graneri della Roccia a Torino. Organizzato dal Cai, dalla Fondazione Circolo dei lettori e dalla stessa Biblioteca nazionale, durante l’evento la giornalista Linda Cottino dialogherà con il Presidente generale del Cai Vincenzo Torti, con i curatori Alessandra Ravelli e Gianluigi Montresor e con le autrici e gli autori che saranno presenti.

La locandina dell’evento