Il film “Il buco” arriva a Cuneo

Premiato all'ultima Mostra del cinema di Venezia, sarà proiettato al Cinema Lanteri il 15 e 16 dicembre. In sala Jacopo Elia, uno degli speleo-attori

Film il buco

Gli attori speleologi sul set © Natalino Russo

Il buco, il film del regista Michelangelo Frammartino vincitore del Premio Speciale della Giuria all’ultima edizione della Mostra Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, arriva a Cuneo. La pellicola sarà proiettata mercoledì 15 e giovedì 16 dicembre alle ore 21 al Cinema Lanteri (ingresso 6 euro).

Iniziativa targata Cai Cuneo e Gruppo speleologico Alpi Marittime

Sono stati il Cai Cuneo e il Gruppo speleologico Alpi Marittime gli autori dell’iniziativa, che vedrà la presenza in sala di Jacopo Elia, uno degli speleo-attori protagonisti.

«Jacopo introdurrà il pubblico alla visione, raccomandata non solo ai frequentatori del mondo sotterraneo, ma anche a tutti coloro che apprezzano il cinema d’autore», si legge in una nota. «Il lungometraggio ricostruisce l’esplorazione del Bifurto, un abisso nel Massiccio del Pollino al confine tra Calabria e Basilicata, da parte di un gruppo di speleologi piemontesi, tra i quali alcuni cuneesi. Partiti in treno da Torino con al seguito tutto il materiale da grotta, nell’estate del 1961 si addentrarono in quella che si rivelò essere, all’epoca, una delle cavità più profonde del continente europeo».

Film il buco locandina

La locandina de “Il buco”

I servizi sulla stampa del Cai

Sulla vicenda gli interessati possono leggere il servizio pubblicato sul numero 106 della rivista Alpidoc, che sarà spedita ai soci Cai della provincia di Cuneo e distribuita in edicola nei prossimi giorni. A firmare l’articolo lo stesso Jacopo Elia e suo padre Ezio, a sua volta componente del Gruppo speleologico Alpi Marittime.
Il film Il buco, insieme al cinema di grotta, è stato protagonista del focus del numero di novembre della rivista del Cai Montagne360, sfogliabile cliccando qui.